Le pagelle di Juve-Barça

Szceszny 8: incolpevole sui gol, straordinario quando serve.

Bonucci 6: anche a mezzo servizio tiene botta e fa un paio di salvataggi preziosi.

Demiral 5,5: svagato in molte occasioni, rovina tutto con due ammonizioni e la conseguente espulsione, peccato perché uno dei pochi che ha personalità e non sente mai pressione e paura.

Danilo 6: non è più una sorpresa ormai. Buona prestazione in tutte le fasi, addomestica Dembelé che in teoria andrebbe veloce il doppio.

Cuadrado 5.5: nonostante sia l’unico sulla fascia a combinare qualcosa di buono, stasera davvero confusionario e a tratti nervoso.

Bentancour 5: molle, lento e irriconoscibile, gli si chiede una prestazione fisica e di quantità e non fa né l’una né l’altra cosa (38′ s.t. Arthur s.v.).

Rabiot 5: vedi *Bentancur (38′ s.t. Bernardeschi 9: gioca i minuti finali, quanto basta per regalare un rigore al Barcellona, dopo il passaggio filtrante agli avversari di domenica scorsa. Una certezza).

Chiesa 4,5: sbaglia quasi tutti i palloni che tocca e anche i movimenti. Si incarta in impossibili uno-contro-due, fuori dal gioco, poco cercato dai compagni.

Kulusevski 4,5: sarà l’emozione, ma stasera non gliene va bene una. Tantissimi errori e leggerezze (30′ s.t. McKennie s.v.).

Dybala 5,5: ancora probabilmente è al 50%, e purtroppo si vede.

Morata 7: come i gol annullati per fuorigioco di unghia. Unico lottatore indomito, le mette dentro tutte, dà profondità e riferimento e torna pure a difendere. Serve altro?

Pirlo 5: formazione sulla carta coraggiosa, finalmente meno esperimenti, ma la sua Juve che sembra non crescere alla velocità necessaria per tenere in piedi tutte le competizioni.