Le pagelle di Juve-Ferencvaros

Szceszny 5: benchè inoperoso per la maggior parte della partita, nell’occasione del gol sembra che non si accorga nemmeno del pallone che gli passa attraverso.

de Ligt 7: è raro vedere un campione di questo livello a quell’età. Fenomeno assoluto, anticipa tutto e tutti servendo i compagni, non sbaglia mai nulla. Mostruoso.

Danilo 6,5: buona la sua partita in copertura, a parte la buccia di banana presa nell’azione del gol subito, poi il gioiello nel finale (palla a Cuadrado che poi serve Morata) col quale regala la qualificazione alla Juventus. Certezza.

Alex Sandro 6: di incoraggiamento. È disciplinato ma ancora in time-warp, ha bisogno di metter minuti nelle gambe.

Cuadrado 7: solita partita del solito Juan, a volte pasticcione, ma imprescindibile in questa squadra, suo anche l’assist per il gol-qualificazione.

Arthur 6,5: con la palla fa quello che gli pare, e questo è ormai assodato, non gliela togli nemmeno con le mani. Fa una gara ordinata e continua a sembrare in crescita e a migliorare la visione di gioco (dall’83’ Ramsey: s.v.)

Bentancur 5,5: sarebbe lecito aspettarsi di più dall’uruguaiano. Ma forse sbagliamo ed è questo, ci aveva illusi in passato con quelle prestazioni incredibili. Bene in copertura ma null’altro (dall’83’ Rabiot: s.v.)

McKennie 5,5: non è in gran forma, ma aiuta. Un po’ disordinato ma ci mette quel dinamismo che in alcune situazioni serve a sbrogliare la matassa. (dal 62′ Kulusevski: 4,5: non trova mai la posizione e pesta i piedi a Moarata e Ronaldo, sbaglia tutti i palloni per poi commettere fallo).

Bernardeschi 6: di incoraggiamento. Sfortunato sul palo, stasera niente di speciale e qualche sbavatura, ma rispetto agli abissi che abbiamo visto è un altro giocatore (dal 62′ Chiesa 5: anche lui non entra bene, si accentra invece che allargarsi e perde troppi palloni).

Dybala 5: fuori condizione e forse non solo di quella. Peccato. (dal 62′ Morata 8: fenomeno assoluto, entra e cambia volto all’attacco. Giocate sempre giuste, movimenti perfetti, tunnel, palo e per fortuna anche il gol. Al momento è insostituibile).

Ronaldo 6,5: il solito gol che riapre il match, si sbatte parecchio in avanti non senza commettere errori, ma senza du lui sarebbe notte fonda.

Pirlo 6: non crediamo sia colpa del Mister questo passo indietro, piuttosto di un atteggiamento completamente sbagliato dei giocatori nel primo tempo, molli, superficiali e sfilacciati. Juventus molto lenta questa sera, contro una squadra chiusa ma neanche troppo, una squadra di qualità nettamente inferiore e contro la quale era lecito aspettarsi di più. Qualche automatismo che ancora non funziona come dovrebbe. Ha comunque ottenuto la qualificazione aritmetica con due giornate di anticipo.