Le pagelle di Juventus-Roma

Szczesny 6,5: pronto quando necessario, ma stasera non ha dovuto faticare granché.

Danilo 6,5: argina bene Spinazzola anche con l’aiuto di Chiesa, prezioso in ripiegamento e negli smarcamenti per offrire un passaggio ai compagni.

Bonucci 6,5: con Chiellini accanto, gli va sempre bene (40′ st Demiral sv)

Chiellini 7: un’altra sontuosa prestazione, prende tutto quello che c’è da prendere e chiude ogni varco. Nessuno avrebbe scommesso su un suo recupero a questi livelli.

Alex Sandro 6,5: in ripresa il brasiliano, stasera puntuale in difesa e propositivo, il gol nasce dalla sua iniziativa sulla fascia sinistra (40′ st De Ligt sv)

Chiesa 5,5: fa una partita di sacrificio su Spinazzola, correndo tantissimo indietro, forse per questo poco lucido quando gli tocca attaccare (37′ st Bernardeschi sv).

Arthur 6,5: forse appena un paio di palloni sbagliati, per il resto è il solito, tocca una quantità di palloni enorme e con una sicurezza sconcertante.

Rabiot 5,5: gara faticosa per il francese, non male ma nemmeno bene. Incompiuto.

McKennie 6: oggi sembrava senza benzina, dà una mano a recuperare palloni e nelle marcature preventive (20′ st Cuadrado 6,5: entra propizia il secondo gol).

Ronaldo 7: 23 gol stagionali, 16 in campionato. I pericoli per la Roma arrivano tutti da lui, tre palle-gol nel primo tempo, un gol, una traversa e una parata di Pau Lopez. Il periodo stanco sembra alle spalle, va bene così.

Morata 5,5: preoccupa lo spagnolo, dopo l’infortunio mai più rientrato nello stato di grazia di inizio stagione. Un assist e due ottimi spunti per Ronaldo, il resto è poco (20′ st Kulusevski 6: sbaglia tantissimi appoggi semplici, ma è lui a portarsi via l’uomo e a innescare il raddoppio).

Pirlo 6,5: a fine gara dichiara che la partita era stata preparata esattamente in questo modo, per far fronte al palleggio e le incursioni tipiche della Roma. Questo dimostra una evoluzione, una capacità di adattarsi all’avversario, e pragmatismo. La sua Juve non ha più paura di giocare bassa e difendersi. Non a caso è la miglior difesa in Serie A.