Le pagelle di Juventus-Sampdoria

Le pagelle di Juventus-Sampdoria

Perin 6: la sua parata l’ha fatta, nulla può sui due goal. Cambi il portiere, ma sempre due pere.

Alex Sandro 6.5: prosegue l’inizio di stagione su alti livelli, si vede in attacco, si vede in difesa, salva un goal già fatto.

Bonucci 7: sorprende quando va sul dischetto, tira il rigore perfetto.

De Ligt 6.5: solido e concentrato come non si vedeva da un pò.

Cuadrado 6: picchia come un fabbro, in killer mode. Qualche palla persa di troppo.

Locatelli 7: bella prova e goal, non ti ruba l’occhio, ma da sostanza. Sarà al settimo cielo e questa volta la nonna non si lamenterà.

Bentancur 6-: solito giallo inutile e goal rimandato alla prossima, peccato aveva fatto tutto bene (37′ st McKennie sv).

Bernardeschi 5: il primo tempo sufficiente aveva illuso, nella ripresa sparisce (25′ st Ramsey 5: cosa ha fatto nel tempo giocato? Pochissimo).

Chiesa 5.5: il Chiesa dello Spezia è una cattedrale, quello di ieri una chiesetta di campagna. In avvio si mangia un goal facile facile, poi si intestardisce a cercare di fare ammenda. Comunque provoca il rigore con un tiro (25′ st Chiellini 6: prende qualche fallo di mestiere).

Morata 5.5: pericoloso, ma non converte le occasioni avute, soprattutto quella netta nel primo tempo ( 37′ st Kean sv).

Dybala 7: era in serata e l’infortunio non ci voleva, un goal alla Dybala. L’impressione era quella di altri goal a venire ( 22′ pt Kulusevski 6,5: entrare a freddissimo non è mai facile, ma lui è un diesel e macina il campo).

Allegri 5: è una Juve a due facce, in attacco crea molto e in difesa prende molto. La formazione era adatta alla gara, ma la mossa del 3-5-2 è degna di una definizione alla Tevez. Si è consegnato nelle mani della Sampdoria e sono seguiti 20 minuti di sofferenza. Poi inserire sia Ramsey che Mckennie, mi sembra pretendere troppo.