Le pagelle di Lazio-Juventus

Le pagelle di Lazio-Juventus

Szczesny 6: poco impegnato, sveglio sul retropassaggio del Loca.

Danilo Sv: sfortunato (15′ pt Kulusewski 6: solito diesel, inizio scarso, cresce col tempo, qualche buona iniziativa e qualche enigma irrisolto).

Bonucci 8: prova maiuscola, segna dal dischetto, devia la punizione di Milinkovic, salva in altre situazioni.

De Ligt 7.5: un de Rock in forma stellare, copre anche gli sbagli di Pellegrini.

Pellegrini 6: veloce è veloce, sbaglia tutte le scelte nel primo tempo. Meglio nel secondo.

Cuadrado 5.5: luci e ombre, più ombre che luci, rischi non necessari in difesa.

Rabiot 7: a suo agio come centrale, un Rabiot che non ti aspetti, il migliore a centrocampo.

Locatelli 6.5: un passaggio al portiere da brividi, poi il solito lavoro di cucitura e interdizione (44′ st Bentancur sv).

McKennie 6.5:  Weston la zanzara continua alla ricerca di una riconferma sempre più probabile, cala molto nella ripresa, ma prima corre per due.

Chiesa 7: sottotono nel primo tempo, si sveglia nel secondo e la Juve cambia marcia. Gli manca solo il goal.

Morata 5.5: si procura il rigore, ma sbaglia un goal che il centravanti della Juve non può mancare. Nel secondo tempo sparisce ( 29′ st Kean 6: reattivo e attivo, ma non preciso).

Allegri 6: una Juve compatta progredisce sulla strada tracciata nelle gare precedenti. Il problema in attacco sta diventando sempre più evidente. Forse un cambio sarebbe stato benvenuto considerato che i centrocampisti avevano speso molto.