Endgame Juventus-Inter 2-4

Endgame Juventus-Inter 2-4

Sul 2-4 ho chiuso, quanto scrivo si riferisce quindi al parziale fino a quel momento. Potremmo dire tante cose, gli arbitri, i rigori e quello che volete, ma per come la vedo io le cose sono andate così: la Juventus fa un avvio di partita da horror [come spesso in stagione], subisce il gol ma reagisce, produce qualche palla gol e si va a riposo.

Il secondo tempo inizia coi bianconeri che spingono, continuano le occasioni e poi in cinque minuti l’uno-due devastante che porta la squadra sul 2-1. Remuntada compiuta, ma ecco che si ripresenta un vecchio schema: sul vantaggio Allegri mette dentro Bonucci e tira fuori ……………. per difendere il risultato come al solito.

E come al solito, la squadra arretra, concede campo agli avversari che per altro ci mettono del loro, ed ecco la frittata fatta. Rigore e 2-2. Ce ne vuole un altro di rigore per portare l’Inter sul 2-3, ma la Juventus avrebbe ancora 20 minuti più il recupero per pareggiare i conti, invece prende il quarto gol. Quarto, eh, mica briciole.

Certo due sono rigori, ma sempre quattro pappine ci hanno rifiutato, e non è molto onorevole. La partita è stata stranamente piacevole per una buona cinquantina di minuti, in quel momento c’erano 13 tiri totali nello specchio [8 della Juve e 5 dell’Inter], ritmo buono, e una crescente tensione. Rimane la sconfitta, e la stagione da dimenticare.

Dispiace per de Ligt, che riesce causare due rigori in una partita sola, che per valeva una stagione intera, non bene. Forse non meritavamo una tal punizione, o forse sì, ma la stagione è andata tutta in questo modo, niente progressi, niente gioco, brutte partite, tutti gli appuntamenti importanti falliti sistematicamente, quindi inutile cercare scuse.

E la frase che ci sentiamo ripetere e ripetere all’infinito, «la prossima stagione» come fosse la liberazione da tutti i mali, comincia ad assumere il tono di una minaccia, perché non si comprende il motivo per il quale questa squadra debba fare un salto di qualità che non è riuscita a fare in 9 mesi di gioco, dopo la pausa estiva.