Crisi Bayern: dopo Leverkusen, la Lazio infligge un altro duro colpo. Futuro incerto per Tuchel

Crisi Bayern: dopo Leverkusen, la Lazio infligge un altro duro colpo. Futuro incerto per Tuchel
Tuchel (Instagram)

Ancora una volta, il colpo devastante. Dopo la pesante sconfitta sul campo del Bayer Leverkusen (0-3), che ha significato che le “Aspirine” hanno preso il comando nella classifica della Bundesliga con un vantaggio critico di +5 sui campioni in carica, il Bayern Monaco inciampa di nuovo. Un 1-0 all’Olimpico, sigillato dal rigore di Immobile che ha dato alla Lazio la vittoria nella partita di andata degli ottavi di finale della Champions League. Dopo 11 stagioni, il colosso bavarese ha perso la partita di andata del primo turno a eliminazione diretta della competizione europea per eccellenza. La decima sconfitta in 43 partite sotto la gestione di Tuchel – metà di quelle che Nagelsmann aveva disputato alla guida del Bayern – una perdita particolarmente amara, considerando che in questo incontro non sono riusciti a tirare nemmeno una volta in porta. E ora, l’allenatore tedesco si trova davvero in bilico.

Le dichiarazioni dopo la partita trasudavano frustrazione. “Abbiamo avuto una buona prima metà, abbiamo giocato e creato ottime opportunità. Ma nella seconda metà abbiamo perso brillantezza e concentrazione, commettendo numerosi errori. Poi è arrivato il rosso, che è venuto dal nulla. Abbiamo fatto di tutto per perdere questa partita, era nelle nostre mani. Abbiamo perso la fede. Troppi errori individuali… Comunque, non sono preoccupato per il mio futuro. No”.

Gli obiettivi sfumano uno dopo l’altro per i bavaresi. Dopo aver vinto la Bundesliga all’ultimo respiro contro il Borussia Dortmund, sono arrivate solo delusioni. La sconfitta per mano del Lipsia nella finale della Supercoppa di agosto, l’eliminazione nella Coppa di Germania per mano del Saarbrucken – una squadra di terza divisione – e ora il rovescio contro la Lazio in Champions, che minaccia una sorprendente eliminazione. Così, gli obiettivi stagionali si stanno sfumando.

Tuchel rischia seriamente il suo futuro al Bayern

La Champions sembra essere l’ultima speranza per Tuchel di rimanere alla guida del Bayern il prossimo anno, ma, come visto sul prato dell’Olimpico, la squadra sembra averlo abbandonato: nessuna reazione, solo una grande sensazione di malessere e nervosismo. Avranno l’opportunità di riscattarsi all’Allianz Arena nella partita di ritorno?

La stampa tedesca, con “Bild” in testa, suona l’allarme: “Allarme Rosso”. La situazione è delicata, pericolosa; Tuchel è sempre più sull’orlo del precipizio. E nonostante i risultati ottenuti, la dirigenza bavarese potrebbe considerare di dare una scossa all’ambiente anche nei prossimi giorni. Dalla Baviera si considerano due potenziali profili per la successione: il primo è un nome noto della Serie A, José Mourinho, esonerato dalla Roma lo scorso 16 gennaio dopo la sconfitta con il Milan e che addirittura avrebbe iniziato a studiare tedesco nelle ultime settimane. La Bundesliga rimane uno dei pochi campionati top europei che lo Special One non ha ancora affrontato e vinto nella sua carriera. Tuttavia, sembra improbabile che possa prendere le redini a metà stagione. Più fattibile potrebbe essere il ritorno di Hansi Flick, ancora sotto contratto con il Bayern. Oppure c’è una terza via: un allenatore ad interim che possa portare la squadra a terminare la stagione nel modo più dignitoso possibile, prima di ripianificare il prossimo anno. Sono ore di alta tensione in casa Bayern, ore decisive. Tuchel è a un bivio: l’ultima conferma o l’addio anticipato? Si riflette.

Intanto i tifosi sembrano aver già perso la pazienza. Secondo un sondaggio di “Sport Bild”, l’83% è convinto che Tuchel non sia più l’uomo giusto per il Bayern Monaco. Solo il 17% gli confermerebbe ancora la fiducia. L’atmosfera è di chiara insoddisfazione e il futuro, incerto.