Indisponibile di nuovo: le sfide di Andrew Wiggins mettono a dura prova i Golden State Warriors

Indisponibile di nuovo: le sfide di Andrew Wiggins mettono a dura prova i Golden State Warriors
Wiggins (Instagram)

Andrew Wiggins sta vivendo un periodo complicato nella sua carriera con i Golden State Warriors. Già la stagione passata, l’ala statunitense aveva dovuto allontanarsi dai campi di gioco per diverse settimane a causa di “problemi personali”. Quest’anno, la situazione sembra ripetersi e Wiggins si trova nuovamente fuori dai giochi. L’assenza dell’atleta sta creando non pochi grattacapi a coach Steve Kerr, che si è espresso con la stampa senza poter fornire una tempistica precisa sul ritorno del giocatore. Chiaramente, all’interno del team, si nutre la speranza di rivederlo in azione prima o poi, ma non è dato sapere quando ciò avverrà.

Il calo prestazionale di Wiggins in questa stagione è piuttosto evidente quando si guardano i numeri. Il 28enne, che è entrato nella NBA come una prima scelta assoluta del draft, sta registrando una media di 12.7 punti a partita nel campionato 2023/24. Si tratta di un calo significativo, soprattutto se consideriamo che nella sua stagione da rookie aveva messo a segno una media di 16.9 punti e aveva chiuso l’ultima annata con 17.2 punti per gara. La riduzione nel suo impatto offensivo è correlata al calo del suo tempo di gioco, che è sceso di cinque minuti a partita rispetto alla scorsa stagione, e al fatto che stia effettuando quasi quattro tiri in meno per ogni match.

Andrew Wiggins sarebbe molto prezioso per i Warriors

Il contratto che lega Wiggins ai Warriors è di lunga durata e lo vedrà teoricamente rimanere nella Baia fino al 2026/27. Quella stagione includerà una player option che gli garantirebbe 30 milioni di dollari, una cifra ragguardevole che sottolinea quanto la squadra creda nel suo talento e nel suo contributo.

Nonostante la situazione contrattuale sia favorevole, il rendimento corrente di Wiggins lascia i tifosi e gli analisti di sport con qualche dubbio. Il calciatore dovrà lavorare sodo per riconquistare la forma migliore e dimostrare di valere l’investimento fatto su di lui. Nel frattempo, sia il coach che i compagni di squadra si aspettano con ansia il suo ritorno, sperando che possa essere determinante nella corsa ai playoff e nella difesa del titolo NBA.

In definitiva, il momento per Wiggins è delicato. Gli occhi sono tutti puntati su di lui, in attesa che riesca a superare le difficoltà personali e a ritrovare la scintilla che lo ha reso una stella della lega. La sua assenza si fa sentire, e il suo contributo sarà fondamentale per le ambizioni dei Golden State Warriors. Tutti attendono che il talento di Wiggins possa nuovamente brillare sul parquet, guidando la sua squadra verso ulteriori successi.