Ufficiale: Sassuolo saluta Dionisi e affida la squadra a Emiliano Bigica nel tentativo di conquistare la salvezza

Ufficiale: Sassuolo saluta Dionisi e affida la squadra a Emiliano Bigica nel tentativo di conquistare la salvezza
Dionisi (Instagram)

La brezza del cambiamento si è trasformata in un vento impetuoso a Sassuolo: la società neroverde ha deciso di aprire un nuovo capitolo nella storia della propria panchina. Alessio Dionisi, dopo un periodo di risultati altalenanti, lascia il timone della prima squadra, lasciando il posto a un nuovo timoniere pronto a issare le vele nella speranza di navigare verso acque più tranquille.

La notizia non coglie di sorpresa l’ambiente calcistico: i rumori di corridoio che preannunciavano un avvicendamento si sono fatti sempre più insistenti, fino alla conferma ufficiale arrivata dal club. Con una nota diffusa sul sito istituzionale, il Sassuolo ha annunciato l’esonero di Dionisi, scegliendo di ringraziare l’ormai ex allenatore e il suo staff per il lavoro svolto. Non si tralascia di sottolineare l’impegno e la serietà che hanno caratterizzato il loro operato, augurando loro successo per le future imprese professionali.

L’attenzione si sposta immediatamente sul successore, e il Sassuolo sorprende scegliendo una soluzione interna. Emiliano Bigica, fino a questo momento alla guida della primavera, si trova catapultato nel ruolo di allenatore della prima squadra. Una scelta che non manca di suscitare curiosità tra gli appassionati e gli addetti ai lavori: quale vento di freschezza porterà questo cambio alla guida tecnica del Sassuolo?

Per Dionisi un addio atteso dopo lo stop in casa

La carriera di Dionisi con la maglia neroverde si può leggere attraverso i numeri, e questi, ultimamente, non hanno sorriso al tecnico. Il Sassuolo si ritrova a marciare a passo di lumaca nel campionato, con soli 20 punti guadagnati dopo 26 giornate. Una situazione che relega la squadra in una posizione pericolosa, condividendo il penultimo gradino della classifica con rivali come Hellas Verona e Cagliari.

La vittoria più recente risale al 6 gennaio contro la Fiorentina, un lontano ricordo oscurato da una serie di risultati deludenti: cinque sconfitte, di cui l’ultima in casa contro l’Empoli, e un unico pareggio a spezzare la negatività. Se si allarga l’analisi, il quadro diventa ancora più desolante, con 8 sconfitte accumulate nelle ultime 12 gare di Serie A.

La decisione del Sassuolo di rivoluzionare la guida tecnica sembra così diventare una necessità più che una scelta. Con Bigica al comando, la speranza è quella di invertire la rotta, di infondere nuova energia in una squadra che sembra aver perso la propria bussola. Sarà in grado di trasmettere la sua conoscenza calcistica maturata con la primavera e convertirla in punti preziosi per la salvezza? Il futuro è incerto, ma una cosa è chiara: il Sassuolo ha deciso di rimescolare le carte, e gli occhi degli appassionati saranno tutti puntati sulle prossime mosse di Emiliano Bigica.